Si incendia un macchinario in fabbrica a Torino, due ustionati in gravi condizioni

Nel giorno dell’anniversario della strage alla Thyssen, una nuova tragedia sul lavoro

L’ingresso della fabbrica Vaber


Pubblicato il 06/12/2017
Ultima modifica il 07/12/2017 alle ore 07:26
torino

Oggi, mercoledì 6 dicembre, proprio nell’anniversario della strage alla Thyssen, nella tarda mattinata si è verificata una forte esplosione in una fabbrica a Torino . È successo nella fabbrica di prodotti chimici Vaber di strada San Mauro 203, a Torino. Sul posto sono immediatamente accorsi i vigili del fuoco e numerose ambulanze.  

 

LEGGI ANCHE: Torino, un altro incidente sul lavoro: operaio schiacciato da una lastra d’acciaio, è grave  

 

Due persone sono state ricoverate in ospedale, entrambe in Rianimazione. Una delle due è al Cto in prognosi riservata: ha il dieci per cento di ustioni al viso, e non è in pericolo di vita. L’altra persona è ricoverata al Maria Vittoria: ha inalato dei fumi e ha i capelli bruciati. Un terzo operaio è quasi illeso. 

La sindaca Appendino verso l’ora di pranzo si è recata in ospedale per sincerarsi delle condizioni dei feriti

 

 

 

LEGGI ANCHE: “Ho maledetto Dio per anni a causa di quel mio figlio rubato dalla Thyssen  

 

 

LE PRIME RICOSTRUZIONI  

L’esplosione è avvenuta nel settore dove avviene la miscelazione delle vernici. «Abbiamo sentito il boato ma non sappiamo che cosa sia successo» dicono affranti alcuni dipendenti uscendo dall’azienda. Uno dei feriti, 76 anni, Giuseppe Gerosa, di Milano, è il titolare dell’azienda che ha fornito il macchinario sul quale si è verificato l’incidente. L’altra persona, sessantunenne, Domenico Olpeni è il capo storico della linea di lavoro: stavano lavorando su un macchinario che aveva accusato dei problemi e sono stati investiti da un’ondata di vapore bollente.  

 

 

L’AZIENDA  

La Vaber fabbrica prodotti utilizzati da carrozzerie, dall’automotive e dal settore aerospaziale. È un’azienda storica di Strada San Mauro: fondata nel 1957, tratta solventi e vernici, realizza adesivi professionali per vari settori, automobilistico e commerciale. «Abbiamo visto i soccorsi, le ambulanze e i vigili de fuoco: non era mai successo niente, è una ditta seria» dicono gli abitanti della zona.  

 

 

 

LA VABER  

L’azienda ha diramato nel pomeriggio una nota in cui spiega che «Circa l’incidente avvenuto oggi nel nostro stabilimento, tutto è avvenuto durante un’operazione di verifica di un miscelatore nuovo; da un boccaporto del macchinario si è sviluppata una fiamma che ha colpito il responsabile dello stabilimento Vaber ed il tecnico della ditta costruttrice dell’impianto». Inoltre «Un secondo dipendente Vaber che si trovava in posizione più arretrata non ha subito danni. La fiammata è stata immediatamente estinta dagli operatori dell’azienda. Non ci sono state esplosioni e nemmeno danni alle strutture. Vaber da sempre tiene sotto stretto controllo dal punto di vista della sicurezza del lavoro e dell’ambiente tutti i suoi impianti, facendo della sicurezza dei lavoratori uno dei principi cardine della sua produzione. La proprietà e l’amministrazione di Vaber sono vicino alle famiglie dei due feriti e, appena possibile, si recheranno a visitarli in ospedale. L’azienda si è naturalmente messa da subito a disposizione delle autorità competenti per chiarire l’accaduto». 

 

Scopri il nuovo TorinoSette e abbonati

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno